Festa di san Biagio 2021

Il 3 febbraio si festeggia San Biagio, medico e vescovo armeno originario di Sebaste. La ricorrenza corrisponde al giorno della morte del santo cristiano che fu decapitato per aver rifiutato di abiurare la propria fede. Il suo martirio, avvenuto intorno al 316, viene ricondotto alle persecuzioni originate dai contrasti tra l’occidentale Costantino e l’orientale Licinio. Fu decapitato dopo essere stato straziato nelle carni dai pettini di ferro che si usavano per cardare la lana. San Biagio è comunemente noto infatti come il protettore della gola ed è uno dei quattordici santi ausiliatori a cui i fedeli cristiani si rivolgono per ottenere l’intercessione e la guarigione dalle malattie.

Si narra della guarigione miracolosa ad opera del santo di un bambino a cui si era conficcata una lisca in gola: non a caso in questo giorno i fedeli vengono benedetti, soprattutto i bambini, con un rituale che prevede l’accostamento alla gola di due candele incrociate o l’unzione con olio benedetto.

Per un singolare caso del destino le reliquie di San Biagio sono tutt’oggi conservate nella Basilica di Maratea, città lucana di cui è santo protettore:  l’urna marmorea che le conteneva doveva approdare a Roma da Sebaste, ma il viaggio si interruppe a Maratea, in provincia di Potenza, per via di una bufera.