CAMMINO PREADOLESCENTI

Il percorso di catechesi della seconda media si propone di accompagnare i ragazzi a fare il passaggio dalla catechesi dell’iniziazione cristiana ad una modalità di catechesi da più grandi, rinnovata nei contenuti e nei linguaggi. Consapevoli che i ragazzi di questa età faticano a seguire incontri frontali e momenti di riflessione, abbiamo cercato di puntare sulla proposta di attività dinamiche, anche attraverso il gioco. L’obiettivo è far passare i messaggi in un modo che possa essere loro vicino, che non risulti pesante, che possa mettere in gioco le proprie capacità anche al fine di formare un gruppo significativo.
Come figura di riferimento per il cammino di seconda media abbiamo scelto quella di Giuseppe d’Egitto (Gen 37-46). Ci è sembrata una figura significativa da proporre ai ragazzi perché capace di interpellare il loro vissuto in relazione a diversi aspetti: dal tema dell’escluso dal gruppo al tema del mettere in gioco le proprie capacità, dal tema della conoscenza di sé al tema del perdono…
Queste le tematiche trattate nel corso degli incontri lungo l’anno:
1. Io, unico e irripetibile.
2. Io e le mie qualità.
3. Il gruppo e la diversità.
4. Perdono e misericordia. ​

ll percorso di catechesi per la terza media ha come orizzonte il pellegrinaggio a Roma (normalmente svolto durante le vacanze di Pasqua) e la Professione di Fede.
La Professione di fede è il momento nel quale si chiede ai ragazzi di ribadire, al termine del cammino dei preadolescenti, il proprio sì a proseguire nel percorso di crescita nella fede e di conoscenza di Gesù. I ragazzi sono chiamati a fare un salto di qualità nella loro vita. Passeranno dalla scuola media alle superiori, in oratorio e in parrocchia verrà loro chiesto un impegno maggiore e un cammino più approfondito. La professione di fede è il momento in cui si chiede ai ragazzi: “dopo il cammino fino a qui percorso, ci stai a fare questo salto di qualità?”. Non è un punto di arrivo, è un punto di partenza. Un po’ come quando Gesù prese in disparte i suoi discepoli e chiese loro “Voi chi dite che io sia?” (Mc 8,27-33). I discepoli non sono ancora giunti a comprendere fino in fondo chi è Gesù e la reazione di Pietro evidenzia esattamente questo, ma è l’occasione per far fare loro un salto di qualità: Gesù per la prima volta svela a loro la croce.
La figura di riferimento scelta per la terza media è quella di San Paolo, per il suo legame con Roma, per il suo carattere per certi tratti affine a un ragazzo di terza media, per la sua vicenda che ben si presta ad accompagnare il cammino dei ragazzi di terza media.
Le tematiche trattate nel corso degli incontri di catechesi sono:

1. La Vocazione

2. L’affettività

3. Preparazione alla professione di fede